Kim Dotcom ? l’inventore del sistema di autenticazione a due fattori

Spread the love

Kim Dotcom torna a far parlare di s?. Questa volta, per?, il pap? dei ?defunti? MegaUpload e MegaVideo e del nuovo MEGA non ? nei guai con la legge. Anzi, secondo quanto scritto dal corpulento imprenditore tedesco sul suo account Twitter, questa volta potrebbe essere lui a sguinzagliare gli avvocati contro aziende del calibro di Google, Facebook e Twitter. La loro colpa? Aver introdotto il sistema di autenticazione a due fattori per gli account degli utenti, che sarebbe una sua propriet? intellettuale.

?Google, Facebook, Twitter, Citibank, ecc. offrono l?autenticazione a due fattori. Una violazione massiva di propriet? intellettuale da parte di societ? statunitensi. La mia innovazione. Il mio brevetto?, ha tuonato Dotcom dalle pagine del suo profilo Twitter. Ma almeno per il momento non sembrano esserci conseguenze legali all?orizzonte.

In alcuni tweet postati qualche minuto pi? tardi, infatti, il fondatore di MEGA ha chiarito che lui ? a favore della condivisione libera di qualsiasi conoscenza e qualsiasi idea. Tuttavia, ha precisato Dotcom, non sarebbe male stringere un accordo con Google e tutte le aziende ree di aver violato i brevetti sull?autenticazione a due fattori per ricevere sostegno economico per le sue battaglie legali (in cambio di una ?pace? sul fronte dei patent, in pratica).

Il brevetto oggetto del contendere potete trovarlo qui, risale al 1998 ma ? stato depositato solo due anni dopo da Kim Schmitz (ossia Dotcom). Le prime analisi non hanno chiarito se ci sono gli estremi per tirare in ballo Microsoft, Twitter, Google ecc. per violazione di propriet? intellettuale ma la questione sar? da seguire con estrema attenzione.

Related Posts

About The Author

Add Comment